Alzi la mano chi sa che a San Lazzaro esistono i Rangers, gli Assistenti Civici e che sempre nel nostro comune ci sono ben quattro diverse associazione di volontariato (AISA, NIBBIO, GUARDIE ECOLOGICHE VOLONTARIE e ovviamente i RANGERS) che fanno capo alla Consulta Provinciale della Protezione Civile coordinamento di Bologna.

Si nota di più un cassonetto che brucia o un’area rifiuti ordinata? Si nota di più un passante derubato o un furto sventato? Si notano di più bottiglie e lattine abbandonate nei parchi o un parco curato?

E’ proprio vero che “fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce” (Lau Tzu) e in effetti la foresta cresce nel silenzio e nella discrezione proprio come discreti e silenziosi operano sul nostro territorio i volontari delle diverse associazioni.

civ_davantiIn foto da sinistra Roberto Manfrinati, Oscar Saliera e Mauro Gualandi.

Alle 80 telecamere installate dal 2009 ad oggi, che hanno il compito di controllare le targhe e segnalare quelle che non hanno fatto la revisione, le auto rubate o non assicurate, si sono aggiunti negli anni anche volontari della sicurezza facendo crescere una vigilanza attiva del territorio fatto dalla popolazione.

Questa crescita è stata possibile grazie all’impegno di cittadini più virtuosi e all’appoggio dell’Amministrazione Comunale che, fin dall’inizio del mandato, ha favorito la nascita ed il mantenimento di queste Associazioni coordinate dal Comandante della Polizia Municipale Nicoletta Puglioli, laureata, non a caso, anche in SCIENZE CRIMINOLOGICHE PER L’INVESTIGAZIONE E LA SICUREZZA.

civ_retroProprio questa mattina ho incontrato in via Repubblica tre Assistenti Civici e mi sono divertita a metterli “sotto torchio” chiedendo loro cosa fanno durante le ore dedicate al volontariato. “Siamo delle Telecamere mobili viventi” così si definisce scherzando Mauro Gualandi, 75 anni di San Lazzaro che assieme ad Oscar Saliera, 83 anni anche lui di San Lazzaro, fa parte del nucleo fondatore degli assistenti civici. “Abbiamo il compito di controllare e segnalare alla polizia Municipale quello che non va, come l’abbandono dei rifiuti, un muretto rotto o mal messo e accompagnare i bambini del Pedibus” racconta Roberto Manfrinati, 62 anni di recente entrato a far parte del gruppo. Oscar, il coordinatore, spiega come inizialmente la figura dell’Assistente Civico sia stata vista non troppo di buon occhio “ma ad oggi, anche i genitori hanno compreso la parte più importante del nostro lavoro che è quella di vigliare anche e soprattutto sulla sicurezza dei bambini”.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

In alto alcune foto scattate dagli Assistenti Civici per fare le segnalazioni.
Sotto a destra la dott.ssa Nicoletta Puglioli

 

Puglioli

Gualandi tiene a sottolineare come sia importante per gli Assistenti Civici non intervenire direttamente mentre Salieri aggiunge “Possiamo avvertire le persone che stanno commettendo un illecito, ma non possiamo intervenire direttamente, abbiamo invece la facoltà di chiamare la Municipale. Su questo punto è stata chiara la dott.ssa Puglioli, Comandante del Corpo di Polizia Municipale, che tiene molto anche alla sicurezza di noi assistenti: si gira sempre in due e non ci si deve atteggiare a poliziotti!” 

Ma a San Lazzaro, abbiamo anche i Rangers, un’associazione di volontariato che con auto brandizzate e volontari in divisa blu con camicia cachi gira per le strade della nostra città per controllare che non vengano commesse effrazioni nei parchi, tutela l’ambiente e vigila sull’esercizio di caccia e pesca. Matteo Castelli presidente dei Rangers e della Consulta Provinciale del volontariato e della protezione civile racconta “Su San Lazzaro siamo presenti da tre anni ed attualmente siamo in 15 persone, ci turniamo in gruppi di due, alle volte anche di tre persone perché magari c’è un volontario in formazione”

In foto Matteo Castelli

castelliE’ doveroso un appello da parte di Castelli che sottolinea come di volontari ci sia sempre bisogno e che se qualcuno volesse aderire può mandare una mail  all’indirizzo rangers.emiliaromagna@gmail.com mentre se volete saperne di più potete cliccare qui!

 

Per quel che riguarda la salute? Certo che su San Lazzaro non poteva mancare anche una tutela a salvaguardia del malato ed infatti esiste un centro ANT anche nel nostro comune il cui responsabile è il professor Enzo Lucisano, titolare di chirurgia generale lucisanodell’Università di Bologna ora in pensione.

In foto a sinistra Prof. Enzo Lucisano

L’ANT, per chi ancora non lo sapesse, è l’Associazione Nazionale Tumori, nata dalla volontà del professor Franco Pannuti che ad oggi ricopre il 25% dell’assistenza domiciliare in Italia e che organizza diverse iniziative che vanno dalla presentazione di libri e/o di poeti emergenti. “Su San Lazzaro abbiamo trovato terreno fertile nell’organizzare eventi pubblici anche grazie alla disponibilità della dottoressa Nicoletta Puglioli, della quale ammiro la professionalità, la correttezza e la serietà con le quali svolge il suo ruolo di funzionario che va ben oltre il semplice lavoro dal quale emerge una grande costanza e sensibilità verso il sociale!” così dichiara il Prof. Lucisano che vuole ringraziare pubblicamente l’Amministrazione.

contiIsabellaIsabella Conti, sindaco di San Lazzaro, sottolinea l’importanza del volontariato dichiarando “Il volontariato e il terzo settore rappresentano la spina dorsale della equità sociale. Nonostante l’aumento progressivo degli investimenti sul welfare, ciò che fa davvero la differenza è la condivisione dei valori di inclusione, solidarietà e ascolto. Più persone sono coinvolte in questo percorso attivo di consapevolezza ed urgenza a fare del bene, più avremo la realizzazione concreta di una civiltà migliore, in grado di sconfiggere ogni ingiustizia e diseguaglianza”.

Insomma, ciascuno di noi se ben coordinato e moralmente incentivato può, nel suo piccolo, partecipare concretamente all’organizzazione della propria comunità e contribuire alla Sicurezza Pubblica e alla tutela della Salute. In chiusura vi lancio un invito alla riflessione su un punto per noi donne molto importante “avete mai visto dei lavavetri fermi al semaforo a San Lazzaro?” La risposta è no! Sarà forse dovuto alla stretta collaborazione fra cittadini virtuosi e polizia municipale? 

Rispondi