rimondini_01

Oggi vi propongo un’intervista che ho fatto qualche settimana fa, quando ancora qui da noi c’era ancora la neve, fatta al dottor Stefano Rimondini, medico odontoiatra ma anche uomo di grande cultura che mi ha fatto scoprire le grandi potenzialità delle Carrube.

Ma cosa sono le Carrube? Sono i frutti di una pianta sempreverde, il Carrubo, dalla forma allungata simile a dei fagioli ma dal colore marrone scuro. Le Carrube contengono molte fibre, vitamine e minerali, hanno un sapore decisamente simile al cioccolato al latte ma un potere nutrizionale di 207 Kcal per 100 grammi.

Le Carrube sono frutti duri, appiattiti, dapprima di colore verde per poi tendere al marrone/nero in fase di maturazione e contengono semi duri (che non sono commestibili), immersi in una polpa che è la parte commestibile.

 

Rimondini ci  ricorda come “Le carrube fino a qualche tempo fa, da noi, erano considerate semplicemente cibo per i cavalli o animali da soma, ma già i gioiellieri arabi usavano usavano i semi (tutti incredibilmente identici tra loro per misura e peso!) per pesare le pietre preziose tant’è che la parola “carato” deriva da “quirat”: il nome arabo dei semi di carruba.”

“Curiosità a parte” Stefano sottolinea che “la parte più importante soprattutto per i bambini è il sapore  delle carrube che ricorda quello del cioccolato e quindi potrebbe essere una buona idea pensare ad abituare i bambini al sapore delle Carrube piuttosto che a quello del cioccolato al latte!”

Infine vi ricordo che potete comprare Le Carrube  sotto diverse tipologie, come ad esempio  farina di carrube o carrube secche, buone da sgranocchiare anche davanti alla TV.

Rispondi