Ho spesso sentito parlare di Antiginnastica, ma non mi sono mai impegnata troppo a cercare di capire cosa fosse esattamente, perché il nome per me, era già di per se abbastanza chiaro: evitare movimento fisico… Nulla di più sbagliato!

roberta lasiHo incontrato così la dottoressa Roberta Lasi, insegnante di Antiginnastica e specialista psicocorporea, alla quale ho chiesto di spiegarmi esattamente che cos’è l’Antiginastica e da che fascia d’età si può cominciare questa disciplina.

“Il termine Antiginastica non esprime bene quello che noi facciamo, potrebbe sembrare un inno al divano estremo” dichiara la Lasi che continua “Quando facciamo ginnastica in modo tradizionale, gli allungamenti spesso sono fatti su una parte del corpo, ma a discapito di altre, mentre con l’Antiginastcia si cerca sempre una mediazione su tutto il corpo affinché la posizione risulti “comoda” ascoltando tutti i nostri muscoli”.

home-fitness-equipment-1840858_1920L’antiginnastica, che può essere fatta sia in sedute individuali che in gruppo, prevede  movimenti lenti alla ricerca della flessibilità e di un benessere fisico e psicologico. E’ un’attività adatta a tutti, ai bambini già a partire dai 5 anni, che da qui scoprono la bellezza del movimento lento, alle donne in gravidanza ed anche alle persone della terza età.

La dottoressa Roberta Lasi, qui ci racconta come si fa Antiginnastica con i bambini e quali benefici ne traggono, mentre l’altro video che potete vedere qui è interamente dedicato ai problemi di equilibrio e come affrontarli con l’aiuto dell’Antiginnastica.

Per concludere a proposito di lentezza, mi permetto di segnarvi questo bellissimo libro che nasce per i bambini, ma che affascina soprattutto gli adulti ” Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza ” di Luis Sepulveda.

Rispondi