esteritaCosa sarebbe disposta a fare una maestra per poter rendere più divertenti le proprie lezioni? Dopo aver conosciuto Esterita Selvaggio devo dire che probabilmente ci si può davvero aspettare di tutto!

Esterita Selvaggio, 50 anni ed insegnate di Scuola Primaria da 16, vive ed insegna a Telese Terme in provincia di Benevento ed ora anche autrice del libro “Che storia è questa”

Ma come è nato il libro? In un giorno “stanco” l’autrice ha proposto al proprio figlio di passare un pomeriggio tranquillo con lei che scriveva la storia di Filippo e con lui che la disegnava e così prende vita UNA storia nella Storia. 

Un racconto storico/fantasy. Storico perché si svolge nella Storia; fantasy perché cerca di raccontare la vita quotidiana di Popoli, Civiltà ed Imperi attraverso le domande che ciascuno di noi si è fatto pensando ai Romani, ai Sumeri, ai Fenici: che rumore fa una biga che corre su una strada impolverata? Ma i sumeri usavano le posate per mangiare? Se fossimo sbarcati con dei commercianti Fenici, che cosa avremmo visto al mercato? Questo perché la Storia, non è solo date da imparare a memoria!

Esterita dichiara ” così come viaggiare ci aiuta a capire meglio noi stessi, viaggiare nella Storia ci fa comprendere meglio il nostro presente. Una società è “civile” solo se ricorda il percorso compiuto dagli uomini” è come spiega Histos a Filippo: Tu sei seduto sulla Storia! Questo ti permette di ipotizzare il futuro basandoti sul passato! Non lo trovi fantastico?

L’autrice è alla sua prima esperienza editoriale, possibile grazie alla casa editrice Bookabook, che lavora col crowdfunding, ovvero trovando sostenitori che appoggiano il progetto e lo sostengono anche economicamente. “Nel mio caso, avevo 6 mesi per trovare 150 sostenitori che avrebbero dovuto acquistare il mio libro. Se non fossi riuscita nel goal, la Bookabook avrebbe restituito loro il danaro (il costo del libro). Io ho trovato 150 sostenitori in 3 settimane! Parenti, amici, conoscenti, persone che mai avrei immaginato  mi hanno sostenuta. Tanta è stata la gioia che il mio viaggio nell’editoria avrebbe anche potuto concludersi qui, perché il ritorno in termini affettivi era, per me, pari ad un Premio Strega”.

chestoria_bimbi

Il libro, che è stato concepito per essere personalizzato da ogni bimbo con riquadri dedicati ai disegni, oggi è stato adottato anche come lettura consigliata all’interno di alcune scuole ed Esterita si trova a raccontare la storia del suo Filippo non solo ai bambini della propria classe ma anche a quelli di altre scuole.

Rispondi