Questa settimana, di ritorno dalle ferie, ho deciso di continuare a trascorrere in modo particolare i pochi giorni che mancano alla ripresa della scuola, per questo ho organizzato la settima appena che è appena passata come “La settimana dei colori dei supereroi”.

In cosa consiste? Mi serviva un modo per convincere i miei bimbi a ricominciare mangiare le verdure che, come sapete, sono sempre difficili da far gustare ai più piccoli, in particolare dopo i cibi ricchi delle vacanze e così ecco che nasce la “Pappa dei Super eroi”

Mi spiego meglio: ho abbinato ad ogni colore di ortaggio un super eroe o personaggio dei cartoni animati.tabella

La prima sera ho cominciato in modo soft con la vellutata di patate, che non è molto di più che un purè liquido, ma onestamente buonissimo. A questa vellutata dal colore giallo tenue io ho abbinato come personaggio i Minion, ma c’è anche Titti (di gatto Silvestro) e anche se al momento non me ne vengono in mente altri probabilmente ce ne sono ancora diversi.

La seconda sera, mi sono lanciata con una vellutata di zucchine, perché mi sembrava avesse un sapore più delicato da inserire e soprattutto perché la ricetta prevede che sia fatta con metà zucchine e metà patate. La vellutata di zucchine è venuta di un bel verde e dunque il personaggio che gli ho abbinato è stato Geko (dei PjMasks), ma ci sono anche Sherek o Fiona.

WhatsApp Image 2017-09-03 at 21.46.40

 

La terza sera è stata la volta del colore arancione fatto con le carote (ma è ottima e sempre arancione anche quella di zucca) al quale ho abbinato come personaggio Zuma, ma ci sono anche Freddy volpe di Peppa Pig e Diego (Era Glaciale)

La quarta sera è toccato al cavolo cappuccio fare la sua apparizione sulla nostra tavola ed il colore è risultato davvero alternativo: il viola!

WhatsApp Image 2017-09-03 at 21.46.41 (1)

Non vi nascondo la difficoltà nel trovare qualche personaggio dei cartoni animati che potesse avere anche solo lontanamente questi colori. Mi sono venute in aiuto le mie figlie maggiori con I mini Nija (Pj Masks) ma mi hanno proposto anche Ursula della Sirenetta … non proprio una super eroina ma evidentemente il viola non si addice agli eroi!

La quinta sera è toccato ad un colore, che a me non piace quasi per niente ed è il marrone. Con cosa ho fatto un simile colore? 

WhatsApp Image 2017-09-03 at 21.46.41 (3)

Con le lenticchie. Con questo colore per quanto mi sforzassi l’unica cosa che mi veniva in mente non era propriamente adatta alla tavola. Ovviamente non era questo l’obiettivo e dopo tanto “cosare” di cervello ci siamo ricordati che sia Scrat che Manny dell’Era Glaciale sono marroni!

La sesta sera è stata la volta della vellutata di pomodoro quindi rossa. In tutta onestà vi confesserò che non è rossissima, ma più che altro un arancione abbastanza carico. A questo colore abbiamo ho Lady Bug (Miracolous), ma voi potete sbizzarrirvi anche con cappuccetto rosso o “Gli incredibili”.

La settima sera? E’ stata la volta del bianco, ottenuto grazie al cavolfiore. Questa è una delle verdure che meno mi piacciono e mi ci è voluto non poco coraggio per assaggiarla, ma alla fine tanto male non era! Il personaggio da abbinare al colore è abbastanza facile da indovinare… Olaf, ovviamente! Ma altro non mi viene in mente, purtroppo.

WhatsApp Image 2017-09-03 at 21.46.41 (2)

Chiaramente le possibilità sono diverse, adattarle dipende un po’ dalla fantasia e dalla cartoon-cultura di ciascuno e dei propri figli… Così potrete far sperimentare con leggerezza nuove verdure.

In quanto alla classifica sul “più buono” in casa nostra è impossibile raggiunge l’unanimità, ma sui gusti non si discute!

Io e la mia secondogenita fra tutte preferiamo la vellutata di patate, mio marito quella di lenticchie, il mio piccolo di casa il cavolfiore, la mia donnina più grande quella di zucchine e infine la terzogenita quella al pomodoro. Per noi però è stato abbastanza facile decidere invece all’unanimità che quella al cavolfiore non la faremo più!

Per le ricette ho cercato in rete ed ho scelto in base ai miei gusti la ricetta che meglio si adattava alle esigenze della mia famiglia.

Rispondi