Che il teatro faccia bene ai bambini e che grazie a questo i nostri figli possano crescere più sereni e con maggiore fiducia in se stessi è ormai un dato di fatto, diversi studi lo hanno dimostrato, probabilmente per questo noi genitori assistiamo spesso alle proposte delle maestre che inseriscono un corso di teatro interno alla scuola.

Il teatro è un po’ magia e i bambini lo amano per questo! Recitare ha ripercussioni estremamente positive sulla crescita del bambino, aiuta a gestire e riconoscere le emozioni, permette di socializzare, di scoprire il proprio corpo, migliora la percezione dello spazio, arricchisce il linguaggio e aumenta l’autostima .

Ma quanto sia positivo ormai noi tutti lo sappiamo, quello invece di cui vorrei parlarvi oggi è di chi fa teatro, della fatica e dell’impegno che ci mettono questi attori per arrivare ad un traguardo e di come pochi purtroppo riescono a trasformare una passione in lavoro.

Qualche giorno fa, ho avuto la fortuna di conoscere Fabiana, una ragazza solare che nel 2008 fonda a Bologna una compagnia teatrale, il Kizè teatro.

img_fotofabianaFabiana Giordano, bolognese, attrice, da alcuni anni si dedica principalmente al teatro per ragazzi, lavorando sia con alcune compagnie bolognesi, sia proponendo spettacoli in biblioteche, centri culturali e teatri della regione.

Ma Fabiana è riuscita a fare di questa grande passione un lavoro? “Purtroppo non completamente, perché con questo lavoro non ci si mangia!” spiega Fabiana che aggiunge “Sono un po’ stanca, ma non mi arrendo perché credo molto in quel che faccio!”

Le finalità di Kizè è la promozione della cultura teatrale, fatta anche all’interno delle scuole utilizzando linguaggi contemporanei.

La grande trovata di Fabiana e del suo gruppo è quella di proporre delle fiabe su You Tube, di libera fruizione, con riadattamenti di fiabe tradizionali e non.

Pillole di Fiaba, questo il nome del canale, propone brevi film con attori, immagini, sequenze animate e musica. Tutto questo lavoro è fatto per pura passione, senza nessun riconoscimento dal punto di vista economico, per questo credo che meriti un doppio applauso.pillole di fiaba

Sullo stesso canale, uno spazio è stato dedicato ad una serie per ragazzi dai 10 ai 13 anni, dal titolo Amiche.

La web serie, è nata dai ragazzi presenti ai laboratori grazie a giochi teatrali ed improvvisazione.

Ecco allora ancora una volta confermate le potenzialità del teatro a 360 gradi.

Se volete dare uno sguardo al canale, vi segnalo in particolare questa fiaba https://www.youtube.com/watch?v=XxKeWAl1OGE

 

Rispondi